Il coffee table

Il fantomatico coffee table, conosciuto più comunemente in Italia come tavolino da soggiorno.
Michela, la cara amica di Maison Rock CouCou, mi ha chiesto di scrivere un post su questi fantomatici tavolini bassi che stanno in mezzo ai nostri soggiorni occupando una marea di spazio. A primo impatto potrebbe sembrare un argomento semplice... ma non lo è! Richiede delle attente valutazioni.
La maggior parte delle volte lo acquistiamo o troppo grande o troppo piccolo, non abbiamo bene in mente in che stile lo vorremo e tendiamo a fare lo slalom tra quello che ci piace, quello che ci starebbe bene, quello che abbiamo visto, quella della nonna e quello di ultima tendenza.
Per l'arredo valgono le stesse regole che impari dallo psicoterapeuta, ossia un'attenta analisi del perché di ogni cosa.
Le immagini che ho scelto per il post sono state infatti attentamente studiate in funzione delle mie esigenze e sono la mia risposta a quello che per me rappresenta il coffee table.
L'ho sintetizzato nella moodboard qui sotto:   


Qui appoggio libri e riviste, le candele profumate quando mi sento in versione "yoga",tisane calde, biscotti e poi mi piace come punto focale quando ci sono ospiti.
Durante le cene, per esempio, servo l'aperitivo e il dolce proprio qui per dare più dinamicità alla serata.

Il secondo punto importante è scegliere lo stile che meglio si adatta alla vostra zona living.
Per avere qualche idea in più, qua sotto trovate la mia lista di coffee table preferiti,  catalogati per stile e forma:

COFFEE TABLE IN STILE CLASSICO RIVISITATO

forme d'altri tempi pitturate nei colori pastello, oppure mantenute del loro colore naturale ma vivacizzate da piante e da arredi meno sobri che rendano il tutto meno serioso. E abolisco ogni finitura lucida.
Ho giusto una credenza in stile liberty che presto cambierà colore!

COFFEE TABLE IN LEGNO GREZZO

Per il mio particolare amore per le fibre naturali, non poteva mancare il legno vecchio, recuperato, che conserva la sua rusticità. Mi piace molto accostato con le tonalità pastello o col bianco, mentre non mi piace se appesantito dallo stile etnico.

COFFEE TABLE RETTANGOLARE

Se decido di sceglierlo semplice e dal taglio contemporaneo, mi piace color legno chiaro, come il modello Isabo di Ikea. E' stato realizzato in diverse forme e dimensioni e sono caratterizzati dalla morbida sagomatura del piano d'appoggio. Trovo anche graziosa la soluzione dei due tavolini quadrati che si incastrano sotto quello rettangolare, facendo così risparmiare spazio, ma sempre a disposizione in caso di necessità. Immaginate quanto potrebbero essere comodi in una casa con bambini piccoli... diventerebbero subito  le loro seggioline.

COFFEE TABLE TONDI

Non potevano mancare, sono all'apice delle tendenze in questi ultimi anni.
Mi piacciono? Dipende. Non mi piace l'idea di un piccolo cerchietto difronte al mio divano, ma mi piace la composizione di più tavoli tondi di diverse dimensioni ... e anche di diverso materiale o modello. La comodità di questa soluzione è che si possono spostare con molta facilità da una parte all'altra della stanza, adattandoli di volta in volta.


Ce ne sono di tantissimi modelli da aver l'imbarazzo della scelta.
Per il momento i miei preferiti restano quelli dalle tonalità pastello (l'avreste mai detto?) e delle essenze chiare del legno.

C'è poi la versione che chiamo "a vassoio", adattissima per quelle case dove spadroneggiano gattine dispettose che buttano a terra tutto quello che trovano lungo il loro percorso, come la mia Paolina.


E poi quelli "a cesta";
sono delle vere e proprie ceste smaltate ricoperte da una base che può essere di legno o in marmo. Sono presenti in tantissimi colori e sono veramente utili per riporre i giochi dei bambini o le copertine del divano. Se sei a questo punto, e mi stai ancora leggendo, posso scommettere che anche tu sei un fan delle copertine!


E voi, che stile preferite?