San Pantaleo Style: un piccolo e adorabile paese sardo


Sono innamorata di un adorabile piccolo paesino sardo arroccato tra le note mete della Costa Smeralda: San Pantaleo.
E' una piccola nicchia, un gioiello sardo arricchito dalle influenze turistiche che creano una mescolanza tra tradizione e culture differenti.
Mi piace girare la Sardegna proprio perché ti offre tanti scorci diversi, dall'entroterra sardo, che resta il mio preferito, con le sue tradizioni radicate da secoli, alle variegate coste 

Era impossibile non soffermarsi di fronte alle antiche case costruite in granito, la pietra locale, soprattutto se arricchite di fiori variopinti. La cura dei particolari è la mia passione e se questa è realizzata con tutto ciò che è naturale, "organico" (pietre, legno, fiori e anche tessuti naturali)... mi innamoro follemente; perché entri in sintonia con la natura, con l'anima del luogo. Come le opere d'arte. E per me lo è.

I vasi di limone con la lantana viola in contrasto. Affianco quella arancio. Cromatismi marcati e in contrapposizione. Giallo, viola e arancio. 
E' un'idea molto facile da riprodurre a casa vostra, in terrazza o in giardino: non il tronco spoglio sulla "nuda terra" (ahahh!), ma cespugli colorati di perenni o annuali. Scegliete le gradazioni di colori che meglio si accostano alle pareti o allo stile in cui meglio vi identificate. Non trascurate i particolari perché sono quelli che fanno la differenza, che personalizzeranno il vostro spazio.
Qui le piante sono accostate tra loro, molto vicine, e creano un effetto lussureggiante di verde e di colore


Poco alla volta anche questa facciata verrà in parte tappezzata dai rampicanti verdi. Gli infissi delle aperture dipinti di celeste polvere danno carattere e spiccano sullo sfondo in pietra. Anche qui accostamenti cromatici mirati: il celeste col giallo e la delicatezza accentuata con l'uso del bianco.
*** non sottovalutate mai i cromatismi!


Pietra, vecchio intonaco e persiane rosse.
Il pergolato di vite sopra la porta, a lato un alto albero bordato da piante di rosmarino, folte e scenografiche. Il vecchio si esalta con i colori, con le finiture. 

Semplicità arricchita da dettagli che colpiscono



La chiesa del Paese domina la grande piazza dove si affacciano ristoranti e locali per aperitivi.
I taglieri nostrani sono un must, come anche il maialetto arrosto. E sei sempre circondato da fiori che arricchiscono le pareti dei locali. Gli oleandri creano un tutt'uno con lo sfondo granitico della chiesa, esaltano le tonalità chiare per un'immagine quasi eterea






Passeggiando per i vicoletti del centro, si scoprono vecchie case e negozi, non sono tanti, ma la giusta quantità per poterli vedere tutti e apprezzarli.
Vasi di ortensie, sgabellini e piante grasse.
Mi ha colpito un asciugamano appoggiato su una sedia, per levargli l'umidità; ruches di cotone adornavano il contorno, quello stile tra bambino e donna. Ho subito avuto voglia di realizzarne uno a casa




*** Idea: riciclare una vecchia cassa di legno e trasformarla in fioriera. Non eliminate le imperfezioni del tempo anzi, accentuatele con colori non del tutto uniformi, quelli ad acqua che lasciano intravedere i nodi e le venature del legno e che si possono diluire a proprio piacimento per ottenere effetti differenti.
Se poi usate un colore allegro come quello della foto e lo accostate a fiori colorati, in contrasto cromatico, otterrete un effetto acceso ed estivo. Se invece amate le tonalità più tenui, sia per il vaso che per i fiori, otterrete il classico effetto shabby chic, quello molto romantico, che molti adorano

Da un vecchio rudere come questo che vedete sotto, è stata ricavato una splendida boutique: Yashu e Prem.
E' di una piacevolissima coppia che ama viaggiare, scoprire le culture e i tessuti di popoli lontani, per poi riproporli in abiti moderni disegnati da loro. Sono alla ricerca del bello, di nuovi progetti, spinti dal senso estetico, molta creatività e passione




Questo è il locale oggi, contemporaneo, dalle linee pulite ed essenziali:
nicchie appositamente illuminate, colori chiari. 
Tutto è mirato ad esaltare il prodotto.





Questi cappellini non sono una favola?


Non potevo andarmene via senza comprarmi niente!



Proprio vicino a San Pantaleo, siamo stati in una bellissima spiaggia libera dove anche i cani sono i benvenuti, Cala Razza di Iunco; 
non di quelle anguste e tristi, ma bella e variegata. 
Abbiamo portato la nostra Miss Babi e l'esuberante Bomber.
Hanno trovato amici, giocato... guardate quanto sono belli!
Per fortuna abbiamo incontrato proprietari educati che hanno saputo gestire i propri cani e tenere pulita la spiaggia:
fondamentale se vogliamo avere dei servizi anche per loro/noi.
QUI un elenco di spiagge per cani in Sardegna




Ringrazio Lidia per avermi regalato preziosi consigli e spero presto di potervi far conoscere la loro azienda familiare, Petra Sarda, dove un team di ceramisti lavora per settimane prima di realizzare pezzi unici ed esclusivi, esportati in tutto il mondo.
San Pantaleo è proprio il regno di ceramisti, fabbri e intarsiatori. E' proprio da loro che dovremmo iniziare ad arredare le nostre case! Dalla nostra Sardegna. E poi arricchirla di quello che più ci piace!

Foto scattate da me