Table setting di Maison Rock CouCou da Jubanna: un'apparecchiatura d'altri tempi e il tè in stile anni '70

Un'altra visita di Maison Rock CouCou in una casa molto particolare.
Prima di mostrarvi le sue foto ve la voglio far conoscere tramite le immagini di due posti tavola che descrivono la personalità e i gusti di chi ci abita. 
I table setting sono realizzati come sempre con quello che è stato trovato in giro per casa; il primo creato da me e il secondo dalla padrona di casa, l'empatica Jubanna. 


Per il mio table setting ho usato una tovaglia in cotone color ecrù con delicati ricami floreali e ho aggiunto un sopratovaglia, di dimensioni un pò più piccole del piano del tavolo, in cotone piquet trapuntato e ricamato ai bordi.
Mentre la prima è una vera tovaglia, la seconda è una copertina per neonati! Inizialmente mi piaceva il suo copriletto e volevo usare quello, quando poi Jubanna ha capito che cercavo qualcosa che potesse andare anche fuori dai classici schemi, ha chiuso il cassetto delle tovaglie e mi ha fatto scoprire i bellissimi ripiani di un caloroso armadio in legno senza laccature lucide, colmi di teli bianchi e pizzi. Ah... che emozione! Poi , dal baule sotto la finestra, prende il suo vestito del battesimo fatto a mano dalla mamma e la prima copertina da neonati per la carrozzina di suo figlio. Splendida, la voglio assolutamente usare! La sovrapposizione di teli, materiali e pizzi mi piace moltissimo. Ancora di più se di diverse tonalità di bianco. 
La tovaglia è andata!


Ho poi scelto come piatti quelli realizzati a mano da lei. Si erano malformati durante la lavorazione e ha deciso di lasciare questa deformazione. Li trovo incantevoli, delicati, originali, unici.
Volutamente, ho appoggiato al piatto il primo cucchiaio della pappa dei neonati, anche questo un ricordo della sua infanzia. Crea un'atmosfera d'altri tempi.




Trovare il tovagliolo è stato difficile. Anche in questa casa non ne esistono. Pazienza! Ho usato la cuffietta del battesimo, coordinata al vestitino che vi dicevo prima. Mi piacciono molto i tovaglioli ricamati e questo era l'unica cosa che si potesse assomigliare a quello che cercavo. Ma nascondendo le parti con nastri e nastrini che tollero solo nei portatovaglioli.


Come centrotavola ho trovato e scelto un bicchiere che stava in cucina con gambi di basilico radicanti, vicino alla pentola anni'70 rossa, in ceramica sarda, trovata in un mercatino dell'usato. Queste sono due passioni di Jubanna, anzi tre. Mercatini, ceramiche e piante in vasi che permettono di vedere "tutto quello che cresce sotto".
Il thermos con le rose da verticalità alla tavola e mi piace la fantasia floreale. E' un regalo di una sua "comare da mercatino".





Infine dei particolari dei tessuti e dei pizzi adoperati per la tovaglia che appartengono al "corredo" del suo matrimonio, come vuole un'antica usanza del nuorese, suo paese d'origine.




Per realizzare un'apparecchiatura simile,il table setting è stato realizzato con 
  • due tovaglie di misure differenti e sovrapposte, in modo da mettere in risalto le diverse sfumature del bianco e i diversi pizzi e consistenza dei materiali.
  • piatti che si distinguono per qualcosa (forma, fantasia, materiale, qualità, decoro...) e bicchieri semplici
  • piccole piante come centrotavola all'interno di vasi trasparenti o di ceramiche opache
  • pietanze servite in ceramiche che si distinguono per forma, colore, materiale. Non è necessario che siano costose, si possono scegliere in un mercatino dell'usato 
  • il vecchio thermos con fantasia floreale per servire una bevanda... a seconda della circostanza può andare bene. Chi dice che debbano essere messe in tavola solo brocche? E poi, meglio un thermos di un'anonima bottiglia di plastica dell'acqua.



Il table setting anni'70 di Jubanna:

Tavola anni '70 per chi, come lei, ama il vintage di quegli anni e bere il tè è un rito quotidiano, soprattutto insieme agli amici.
Vediamo come l'ha creata.

Una vecchia tenda adattata a tovaglia e rifinita dalla mamma con una vecchia passamaneria in macramè trovata in un cassetto della macchina da cucire.


Servizio arancione e verde e vaso parallelepipedo trovati in un mercatino. Il servizio alla modica cifra di 3.50 Euro. 

"Partiva da 19 Euro. Mi aveva colpito. Ripassando per diverse settimane lo vedevo sempre lì, il prezzo poco alla volta scendeva... sembrava che stesse aspettando proprio me"


E l'immancabile cucchiaino d'argento e la piantina grassa come centrotavola... che adoro! 
La piccola briochina che c'era nella foto precedente non c'è più perché l'ho mangiata, non avevo ancora fatto colazione e avevo fame! E poi, solo coi biscotto sta meglio.
















Per la tavola di Jubanna:

  • Una tovaglia anni '70... quasi tutti riescono a trovare un tessuto dell'epoca e poi riadattarlo e personalizzarlo
  • un servizio vintage dalle tonalità accese e in contrasto. Che ben si combini alla tovaglia
  • altri elementi d'arredo più semplici, meno appariscenti, come la teiera e la tazza in vetro
  • un semplice centrotavola realizzato con una piantina grassa



Vi siete fati un'idea di Jubanna e della sua casa?
Domani la visiteremo!
Buonanotte

Fotografie scattate da me